Con la presente Vi informiamo che a partire dal 25 maggio 2018 in materia di PRIVACY entrerà in vigore il Regolamento (UE) 2016/679, abrogando il vecchio apparato normativo del D.Lgs. 196/2003, che prevede nuovi obblighi, una nuova figura professionale e un nuovo e pesantissimo trattamento sanzionatorio.

Come detto il Regolamento si applicherà a partire dal 25 maggio 2018 a tutte le aziende aventi almeno uno stabilimento nell’UE che trattano in modo integrale o parziale, automatizzato o non, i dati personali, indipendentemente dal fatto che il trattamento sia effettuato all’interno dell’Unione.

Per quanto riguarda il trattamento sanzionatorio, va subito precisato che esso viene inasprito. Le sanzioni variano a seconda del trasgressore, se si tratta di persona fisica o impresa, e possono arrivare fino ad un massimo del 4% del fatturato totale annuo.

 

Tra le numerose attività che le aziende dovranno porre in essere entro il 25 maggio 2018, riteniamo utile segnalarVi in particolare:

- Registro delle Attività di Trattamento: tutti i Titolari ed i Responsabili del trattamento dovranno tenere un registro delle operazioni di trattamento sotto la propria responsabilità: sia ai fini dell’eventuale controllo da parte del Garante (anche attraverso la Guardia di Finanza), ma anche per disporre di un quadro aggiornato dei trattamenti in essere all’interno di un’azienda. Il registro dovrà avere forma scritta o elettronica e dovrà essere esibito su richiesta al Garante.

- Valutazione d’impatto sulla protezione dei dati personali (“Data Protecion Impact Analy-sis” o “DPIA”): il Regolamento Europeo prevede che, quando un determinato trattamento – tenuto conto dell’uso di nuove tecnologie e della sua natura, così come del contesto e delle finalità – possa presentare un rischio elevato per i diritti e libertà delle persone fisiche, il Titolare debba anche effettuare una valutazione preliminare d’impatto di quel trattamento sulla protezione dei dati. Questa valutazione è sempre richiesta quando si è in presenza:

  • Trattamenti che possono presentare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone fisiche;

  • Trattamenti automatizzati, ivi compresa la profilazione;

  • Trattamenti su larga scala di categorie particolari di dati (sensibili), nonché relativamente ai dati ottenuti dalla sorveglianza sistematica, sempre su larga scala, di zone accessibili al pubblico.

La DPIA è un procedimento atto a costruire e dimostrare la conformità dell’azienda al Regolamento, nonché uno strumento di fondamentale importanza messo a disposizione del Titolare del trattamento.

- Responsabile della Protezione dei Dati - Data Protection Officer (“DPO”): tale figura dovrà essere obbligatoriamente presente in tutte le aziende dove i trattamenti presentino specifici rischi; (aziende nelle quali sia richiesto un monitoraggio regolare e sistematico degli “interessati” (Vi rientra ad esempio ogni forma di tracciamento e profilazione su Internet anche per finalità di pubblicità comportamentale) o aziende che trattano “dati sensibili, genetici e biometrici”).

Il DPO potrà essere un dipendente della società Titolare del trattamento o un soggetto esterno avente con la società un contratto di servizi, in ogni caso dovrà essere un professionista competente in tema di protezione dati, in possesso di specifici requisiti quali competenza, esperienza, indipendenza e autonomia di risorse.

Ogni azienda dovrà rendere noti i dati del proprio DPO e comunicarli al locale “Garante per la protezione dei dati personali”. Il Responsabile della Protezioni Dati dovrà riferire direttamente ai vertici gerarchici dell’azienda, senza intermediazioni e con grande autonomia e indipendenza rispetto ad altri soggetti anche con poteri di dirigenza.

- Obbligo di comunicazione in caso di violazione dei dati personali: il Regolamento prevede l’estensione dell’obbligo di comunicare l’avvenuta violazione di dati personali (c.d. Data Breach) a tutte le società che effettuino un trattamento di dati personali, al di là del loro settore di business. Nello specifico, il Titolare deve notificare la violazione senza ingiustificato ritardo all’autorità di controllo (Garante) entro 72 ore dal momento in cui ne è venuto a conoscenza. Qualora la violazione sia suscettibile di presentare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone fisiche, invece, è previsto anche l’obbligo di comunicazione nei confronti di tutti gli interessati coinvolti.

- Diritto all’oblio: il Titolare ha l’obbligo di dar corso alla richiesta dell’interessato di cancellazione dei suoi dati personali e che questi non siano più sottoposti a trattamento quando non siano più necessari per le finalità per le quali sono stati raccolti, così come quando 

abbia ritirato il consenso o si sia opposto al trattamento o il trattamento dei dati personali non sia altrimenti conforme al Regolamento Europeo.

- Diritto alla portabilità dei dati: il Titolare ha l’obbligo di dar corso alla richiesta dell’interessato di trasferire i dati personali da un Titolare del trattamento ad un altro da lui indicato, senza alcun impedimento da parte del Titolare al quale sono stati forniti in precedenza i dati. I Titolari del trattamento, per rendere effettivo il diritto alla portabilità, dovranno informare gli interessati dell’esistenza di tale nuovo diritto ed adempiere ai propri doveri senza ingiustificato ritardo (in ogni caso, entro un mese dal momento in cui è pervenuta loro la richiesta), avendo sempre l’obbligo di rispondere alle richieste fatte.

Gli adempimenti che imprese e professionisti dovranno porre in essere dal 25 maggio 2018 materia di PRIVACY per adeguarsi al Regolamento (UE) 2016/679, possono così essere riassunti schematicamente:

a) rivedere l’organizzazione interna dell’impresa conformandola al protocollo privacy (es. formalizzazione dei soggetti che compiono le operazioni di trattamento che dovranno essere specificatamente in possesso di autorizzazione da parte del titolare);

b) formalizzare con contratto i rapporti tra titolare e responsabile del trattamento dati, delineandone le rispettive responsabilità, soprattutto, ma non solo, nel caso in cui il responsabile sia un soggetto (professionista o società specializzata) esterno;

c) revisionale la modulistica con i clienti/utenti (riformulare le informative e raccogliere il nuovo consenso al trattamento dati);

d) programmare ed attuare sistemi di sicurezza nella protezione dei dati;

e) predisporre la documentazione dimostrativa della propria conformità alle regole previste nel Regolamento;

f) formazione obbligatoria del personale;

g) eventuale adesione a codici di correttezza e a sistemi di certificazione.

Beta Technologies si è attivata da tempo per poter fornire tale consulenza e fornire l’assistenza specializzata per affron tare al meglio tali adempimenti. Rispettiamo questo regolamento in materia di privacy e cogliamo l’occasione per migliorare le nostre competenze e servizi offerti, in quanto, riteniamo fondamentale garantire rispetto, sicurezza e affidabilità Vs tutti i nostri clienti.

I nostri standard hanno consentito una facile implementazione della ISO 9001:2015 e la stesura di procedura atta a rispettare il nuovo Regolamento Europeo 2016/679.
Nessuno dato inviato a BETA è stato e mai sarà ceduto a terzi volontariamente o involontariamente.

In caso di informazioni o prime valutazioni sullo stato di rispondenza al Regolamento delle Vs Azienda vogliate contattarci al numero 3701118829 o per mail – Richiesta attivazione DPO, sul sito www.ImpresaCloud.com troverete pagina dedicata per creare l’utente DPO.

Per qualsiasi richiesta di cancellazione, modifica e chiarimenti sull’utilizzo dei Vs dati sensibili vi invitiamo a scrivere a: indicando la Vs richiesta, il Responsabile della qualità e certificazione Iso 9001:2015 Sig.ra Simona Nuvoli e il DPO BETA Sig. Giacomo Arru confermano piena disponibilità per la risoluzione e supporto della Vs richiesta.

Come si registra la prima nota

Qualsiasi sia la dimensione della tua azienda o della tua attività, prima o poi il tuo consulente ti chiederà come hai pagato la fattura n. x per l’acquisto effettuato mesi prima e se non avrai annotato il "come e quando" sia avvenuto il pagamento, non saprai come rispondere. Moltiplica questo disagio per un anno di attività e rispettivi movimenti non registrati, si crea un caos terribile, sconfortante.

Fatture online PrimaNota Cloud

Elenchi anagrafiche clienti e fornitori

Negli elenchi dei clienti e dei fornitori per poter stampare o salvare su file i risultati della ricerca visualizzati, è sufficiente premere sul pulsante “Salva PDF” nella barra sul fondo della pagina. Questo avvierà il download dell’elenco in formato pdf o mostrerà un messaggio di avviso a seconda delle impostazioni del browser.

I titolari di Partita IVA, al fine di una corretta applicazione della normativa sull’IVA devono obbligatoriamente documentare le operazioni effettuate, in relazione all’attività esercitata, emettendo fattura.

Quest'articolo esplora tutti gli aspetti relativi alla fattura.

I'm a big fan of the Xbox Classic because you can mod it in a variety of ways and it can be a very useful computer. You can run Windows, Linux, and custom dashboards. The best dashboards are the Avalaunch (with ACAM feature!) and the Xbox Media Center. I loved the Microsoft Xbox since 2003, when I first bought one and even before turning it on I already installed my Aladdin 2 modchip from Team Xecuter and replaced the stock 10GB HDD with a 300GB one.

The Xbox classic did not have a clock battery so you should configure a NTP server connection through your Xbon Media Center to have the clock sync working.

A capacitor, marked in the system board as C7G6 worked to keep the system clock active for some minutes after a short power outage.

Sadly, while upgrading my 300GB PATA hard drive with a new Sandisk SSD 480GB Extreme PRO I noticed the C7G6 capacitor had a leakage an corroded the circuit around.

All the people I found on the internet, having this problem, had the smd R7G3 resistor lost or corroded so I couldn't find the correct value on the net. I had to open another Xbox, desolder the R7G3 from the second one and finally got the resistor value: 280Ohms.

So this post is to finally publish somewhere the value of this smd resistor which is so difficul to find on the internet.

Hope this post helps someone.

Giacomo Arru

I bancomat richiedono dei pannelli industriali in grado di essere perfettamente visibili anche in situazioni di forte intensità di luce solare o in condizioni atmosferiche avverse. La struttura dei pannelli anche se robusta è costantemente sotto stress per 24ore con ciclo continuo.

ImpresaCloud

ImpresaCloud

Richiedi riparazione

5 facili step per la riparazione della tua pratica

Laboratorio di informatica e di elettronica

Cerchi informazioni sulle riparazioni in laboratorio? Hai qualche curiosità riguardo la riparazione di qualche scheda elettronica in particolare? Nella sezione Riparazioni del nostro Blog troverai moltissime informazioni utili e curiosità riguardanti il mondo dell'informatica e dell'elettronica.

 

Software gestionali

Nel nostro Blog troverai gratis tante informazioni utili riguardo i nostri software gestionali, guide passo-passo per l'utilizzo dei programmi, suggerimenti e aiuto.

 

Sistemistica informatica

Nel Blog Sistemistica troverai interessanti articoli scritti dal nostro team riguardanti il mondo di BSD, Linux, e dei Server Windows. Tutorial, best-practices, e tanto altro.

 

Notizie

Notizie interessanti riguardanti l'elettronica e l'informatica.