Introduzione al problema della deduplicazione

La domanda che più affligge gli utilizzatori di ZFS è sicuramente questa. Deduplicare i dati o no? La risposta può arrivare solo dopo un'attenta valutazione richi/benefici.

Sin dal momento delll'introduzione della feature di deduplicazione in ZFS, gli amministratori di sistema si sono divisi in tra i dediti alla deduplicazione e tra gli scettici. Certo, la deduplicazione consente di risparmiare notevoli quantità di spazio, anche se la deduplicazione ha un costo elevato, che non può essere ignorato e non sempre è l'opzione migliore.

Da quello che si legge nelle offerte commericali di NAS dotati di ZFS, viene dichiarato un risparmio di spazio di circa 10 volte. E' vero? Dipende da come si utilizza. Si può arrivare anche a proporzioni molto più alte. Facendo una media direi più che si risparmia lo spazio 5 volte, attivando sia deduplicazione che compressione.

Vediamo un po' più in profondità i vantaggi della deduplicazione ZFS e il relativo costo perché alla fine tutto si riduce ad effettuare un'analisi costi/benefici della deduplicazione ZFS.

Se anche tu sei stato un ragazzino negli anni Ottanta e Novanta, di sicuro ti sarai innamorato perdutamente dei videogames. Proprio in quel periodo, infatti, c’è stata l’esplosione delle console.

La primissima console fu inventata nel 1972 e si chiamava Odissey: non ebbe un grande successo. Fu “Pong” di Atari a fare davvero breccia nel cuore di bambini e adulti, nel 1975: le console entrarono in milioni di case e da quel momento in poi fu un crescendo di passione.

Il vero boom avvenne nel 1978, quando l’azienda giapponese Taito pubblicò “Space Invaders”: il successo di quel gioco fu così travolgente da invogliare moltissime aziende di elettronica ad entrare in questo nuovo mercato pieno di opportunità. 

A partire dagli anni Ottanta molte aziende di elettronica cominciarono quindi ha investire nella ricerca e nella produzione di apparecchi sempre più potenti e sofisticati con cui giocare ai videogames, che finalmente divennero un oggetto alla portata di tutti.

CryptoLocker è un trojan comparso nel tardo 2013. Questo virus è una forma di Ransomware infettante i sistemi Windows e che consiste nel criptare i dati della vittima, richiedendo un pagamento per la decriptazione. Symantec stima che circa il 3% di chi è colpito dal malware decide di pagare. Alcune vittime dicono di aver pagato il riscatto ma di non aver visto i propri file decriptati.

CryptoLocker generalmente si diffonde come allegato di posta elettronica apparentemente lecito e inoffensivo che sembra provenire da istituzioni legittime, o viene caricato su un computer già facente parte di una botnet. Un file ZIP allegato alla e-mail contiene un file eseguibile con una icona e una estensione pdf, avvalendosi del fatto che i recenti sistemi Windows non mostrano di default le estensioni dei file (un file chiamato nomefile.pdf.exe sarà mostrato come nomefile.pdf nonostante sia un eseguibile). Alcune varianti del malware possono invece contenere il Trojan Zeus, che a sua volta, installa CryptoLocker.

BETA Software, grazie alle vostre richieste, ha appena implementato gli ultimi aggiornamenti di PrimaNota Cloud.

Sappiamo bene quanto sia importante un'attenta gestione del magazzino online. Il mondo del commercio è frenetico e lascia poco margine agli errori di previsione.

Abbiamo basato le nuove modifiche sul principio del "Just in time": l'organizzazione del processo produttivo che prevede il rifornimento del materiale di trasformazione esattamente nel momento in cui viene richiesto, allo scopo di ridurre i costi legati all'accumulo di scorte; tale modello è applicato talvolta anche alla gestione di magazzino nella grande distribuzione. 

In particolare:

  1. Nella finestra "CATEGORIE" del magazzino, abbiamo aggiunto l'informazione relativa alla quantità di articoli presenti sotto la categoria selezionata (Es. vedi immagine). 
  2.  Nella finestra "RICERCA ARTICOLO" abbiamo aggiunto una colonna dedicata alle giacenze effettivamente presenti in magazzino. Le informazioni sulle quantità compaiono scritte in colori (rosso / verde) diversi in base alla disponibilità o meno: VERDE disponibile; ROSSO esaurito. (vedi immagine) 

A presto con nuovi aggiornamenti di PrimaNota.

Il tema della sicurezza informatica è balzato alla ribalta della cronaca a causa dei molti attacchi che hanno causato ingenti perdite di dati a privati e imprese, e finalmente le persone sono più informate e consapevoli dei rischi che incombono nel web. Vogliamo dare dieci consigli pratici su come proteggersi al meglio per prevenire un attacco hacker.

Sono definiti asset intangibili (o beni immateriali) beni privi di consistenza fisica e fonte di probabili benefici economici futuri, che sono stati acquisiti o sviluppati internamente sostenendo costi identificabili.

In accordo con questa definizione, dunque, le immobilizzazioni immateriali sono degli investimenti di natura intangibile, ma che, alla stessa stregua degli investimenti materiali sono in grado di produrre ricchezza.

Gli asset intangibili hanno vita finita e, pur essendo posseduti dal soggetto economico, hanno un valore di mercato da esso distinto.

ImpresaCloud

ImpresaCloud

Laboratorio di informatica e di elettronica

Cerchi informazioni sulle riparazioni in laboratorio? Hai qualche curiosità riguardo la riparazione di qualche scheda elettronica in particolare? Nella sezione Riparazioni del nostro Blog troverai moltissime informazioni utili e curiosità riguardanti il mondo dell'informatica e dell'elettronica.

 

Software gestionali

Nel nostro Blog troverai gratis tante informazioni utili riguardo i nostri software gestionali, guide passo-passo per l'utilizzo dei programmi, suggerimenti e aiuto.

 

Sistemistica informatica

Nel Blog Sistemistica troverai interessanti articoli scritti dal nostro team riguardanti il mondo di BSD, Linux, e dei Server Windows. Tutorial, best-practices, e tanto altro.

 

Notizie

Notizie interessanti riguardanti l'elettronica e l'informatica.