Uno dei problemi, o se vogliamo degli aspetti riguardanti l'open source è sicuramente la mancanza di documentazione approfondita ed esempi che coprano tutti i casi d'uso.

Questo può essere un problema per chi di solito lavora in fretta e non ha tempo di studiare per avere poi una visione approfondita che gli consenta di comprendere profondamente tutti gli aspetti del funzionamento di una libreria.

Operazioni di sviluppo software che potrebbero richiedere mezz'ora alla fine riescono così poi ad assorbire lo sviluppatore per una giornata intera.

Un esempio è sicuramente la difficoltà di lavoro con certificati SSL autofirmati con JAVA.

La documentazione ufficiale tende ad essere di parte e a nascondere alcuni semplici meccanismi che contentirebbero di lavorare con poche righe di codice, proprio nel caso in cui uno sviluppatore si trovi a dover supportare certificati SSL autofirmati, che sono più comuni ed utili di quanto la SUN voglia farci credere.

Quando uno sviluppatore chiede in un forum di supporto o in una discussione come poter lavorare con certificati SSL autofirmati si trovano in rete le risposte più disparate, che sicuramente aiutano a risolvere il problema, ma sono tutte strade non utili a lavorare solo da codice (per esempio l'acquisizione del certificato nel sistema) e che richiedono una configurazione ad hoc per ogni utente.

Ovviamente la cosa è di difficile digestione per uno sviluppatore.

Introduzione al problema della deduplicazione

La domanda che più affligge gli utilizzatori di ZFS è sicuramente questa. Deduplicare i dati o no? La risposta può arrivare solo dopo un'attenta valutazione richi/benefici.

Sin dal momento delll'introduzione della feature di deduplicazione in ZFS, gli amministratori di sistema si sono divisi in tra i dediti alla deduplicazione e tra gli scettici. Certo, la deduplicazione consente di risparmiare notevoli quantità di spazio, anche se la deduplicazione ha un costo elevato, che non può essere ignorato e non sempre è l'opzione migliore.

Da quello che si legge nelle offerte commericali di NAS dotati di ZFS, viene dichiarato un risparmio di spazio di circa 10 volte. E' vero? Dipende da come si utilizza. Si può arrivare anche a proporzioni molto più alte. Facendo una media direi più che si risparmia lo spazio 5 volte, attivando sia deduplicazione che compressione.

Vediamo un po' più in profondità i vantaggi della deduplicazione ZFS e il relativo costo perché alla fine tutto si riduce ad effettuare un'analisi costi/benefici della deduplicazione ZFS.

BETA Lab può riparare la scheda madre guasta del tuo smartphone.

Dove gli altri laboratori di riparazione di fermano, noi ripartiamo.

Microscopio professionale per microelettronica - Riparazione smartphone

Dotato di un'ampia gamma di strumenti professionali, il BETA Lab può riparare tutti quei guasti che risultano normalmente impossibili da risolvere come i problemi alla retroilluminazione o al baseband dell'iPhone.

Tra gli inconvenienti più temibili per chi usa un computer portatile, per lavoro o per svago, c'è sicuramente il danneggiamento dell'hard disk. Questo ci arreca sicuramente dei disagi perchè L'hard disk, in italiano "disco rigido", è il dispositivo principale per la memorizzazione dei dati di un computer. Il disco rigido dei computer fissi (non portatili cioè) è interno al computer: il sistema operativo, i programmi e molti altri files sono memorizzati proprio lì dentro.

Ma come può essere danneggiato un hard disk? fondamentalmente un hard disk può subire due tipi di danni: danni fisici e danni virtuali.

Se anche tu sei stato un ragazzino negli anni Ottanta e Novanta, di sicuro ti sarai innamorato perdutamente dei videogames. Proprio in quel periodo, infatti, c’è stata l’esplosione delle console.

La primissima console fu inventata nel 1972 e si chiamava Odissey: non ebbe un grande successo. Fu “Pong” di Atari a fare davvero breccia nel cuore di bambini e adulti, nel 1975: le console entrarono in milioni di case e da quel momento in poi fu un crescendo di passione.

Il vero boom avvenne nel 1978, quando l’azienda giapponese Taito pubblicò “Space Invaders”: il successo di quel gioco fu così travolgente da invogliare moltissime aziende di elettronica ad entrare in questo nuovo mercato pieno di opportunità. 

A partire dagli anni Ottanta molte aziende di elettronica cominciarono quindi ha investire nella ricerca e nella produzione di apparecchi sempre più potenti e sofisticati con cui giocare ai videogames, che finalmente divennero un oggetto alla portata di tutti.

CryptoLocker è un trojan comparso nel tardo 2013. Questo virus è una forma di Ransomware infettante i sistemi Windows e che consiste nel criptare i dati della vittima, richiedendo un pagamento per la decriptazione. Symantec stima che circa il 3% di chi è colpito dal malware decide di pagare. Alcune vittime dicono di aver pagato il riscatto ma di non aver visto i propri file decriptati.

CryptoLocker generalmente si diffonde come allegato di posta elettronica apparentemente lecito e inoffensivo che sembra provenire da istituzioni legittime, o viene caricato su un computer già facente parte di una botnet. Un file ZIP allegato alla e-mail contiene un file eseguibile con una icona e una estensione pdf, avvalendosi del fatto che i recenti sistemi Windows non mostrano di default le estensioni dei file (un file chiamato nomefile.pdf.exe sarà mostrato come nomefile.pdf nonostante sia un eseguibile). Alcune varianti del malware possono invece contenere il Trojan Zeus, che a sua volta, installa CryptoLocker.

ImpresaCloud

ImpresaCloud

Laboratorio di informatica e di elettronica

Cerchi informazioni sulle riparazioni in laboratorio? Hai qualche curiosità riguardo la riparazione di qualche scheda elettronica in particolare? Nella sezione Riparazioni del nostro Blog troverai moltissime informazioni utili e curiosità riguardanti il mondo dell'informatica e dell'elettronica.

 

Software gestionali

Nel nostro Blog troverai gratis tante informazioni utili riguardo i nostri software gestionali, guide passo-passo per l'utilizzo dei programmi, suggerimenti e aiuto.

 

Sistemistica informatica

Nel Blog Sistemistica troverai interessanti articoli scritti dal nostro team riguardanti il mondo di BSD, Linux, e dei Server Windows. Tutorial, best-practices, e tanto altro.

 

Notizie

Notizie interessanti riguardanti l'elettronica e l'informatica.